top of page

Vitamina K2 - Ecco quanto è importante

La maggior parte di noi ricorda le vitamine A, B, C e D. Ma c'è una vitamina meno ricordata, ma non per questo meno importante: la vitamina K. Questa vitamina unica è stata scoperta negli anni '30 del secolo scorso.


Potremmo definirlo il fattore “K” dell’alimentazione, in particolare nel processo di coagulazione del sangue e nel mantenimento in salute delle ossa. Parliamo della vitamina K. “K” sta non a caso per “Koagulation”.

La vitamina K è uno di quei composti e nutrienti fondamentali per alcuni aspetti della salute umana che non è facile da quantificare ma che abbiamo la fortuna di poter introdurre attraverso una sana, bilanciata e completa alimentazione.


Questa vitamina unica nel suo genere è stata scoperta all'inizio degli anni Trenta. Inizialmente è stata riconosciuta per il suo ruolo nella coagulazione. Il suo nome deriva dalla parola tedesca "koagulationsvitamin".


La vitamina K è in realtà un nome generico per una famiglia di vitamine liposolubili che producono una proteina chiamata protrombina, necessaria per la coagulazione del sangue e il metabolismo osseo.


Le due forme principali della vitamina sono:


  • La vitamina K1 (fillochinone), che si trova più comunemente nelle verdure a foglia verde, e la vitamina K2 (menachinone).

  • La vitamina K2 (menachinone), presente in piccole quantità nelle carni d'organo e negli alimenti fermentati.



La vitamina K2 è ulteriormente suddivisa in sottotipi, di cui MK4 e MK7 sono più significativi. Solo di recente si è cominciato a prestare attenzione ai suoi effetti sulla salute delle ossa, sulle malattie cardiache, sul cancro e altro ancora. La vitamina K2 è necessaria per attivare l'osteocalcina, una proteina secreta dagli osteoblasti, che sono cellule che costruiscono le ossa.


Poiché la vitamina K1 è più disponibile nella nostra dieta normale, la sua carenza è quasi inesistente, a differenza della vitamina K2. Per questo motivo gli integratori di K2 sono stati sviluppati per fornire una fonte di K2 più conveniente per la nostra dieta quotidiana.


Dove si trova la vitamina K2

Bisogna distinguere le vitamine K in più categorie. Ad esempio i prodotti fermentati quali i formaggi e lo yogurt intero contengono la vitamina K2, anche se in quantità inferiori.

Tuttavia, mentre soltanto il 10% della vitamina K1 presente negli alimenti viene assorbito, la vitamina K2 derivante dal cibo è assorbita quasi completamente.


Quanta vitamina K serve?

  • Per evitare la carenza di vitamina K1, la raccomandazione è quella di assumere almeno 200 grammi di verdura ogni giorno.

  • Si consiglia di mangiare quotidianamente anche cibi fermentati (yogurt e formaggi), in modo da introdurre anche una certa quantità di vitamina K2. L’apporto di quest’ultima dovrebbe essere assicurato dalla sua produzione da parte dei batteri intestinali presenti all’interno dell’organismo (produzione endogena).

  • Il fabbisogno medio (o quantità minima indispensabile) di vitamina K non è stato definito. Secondo i LARN (Livelli di assunzione di riferimento per la popolazione italiana) stilati dalla Società Italiana di Nutrizione Umana (SINU), le quantità di vitamina K corrispondenti a un’assunzione adeguata nelle diverse fasce di età, indipendentemente dal sesso, sono indicate nella tabella seguente:


Di seguito il migliore integratore di Vitamina K2 presente sul mercato:



COMPLETE VITAMIN K2 60 CPR

  • AZIONE ANTIEMORRAGICA

  • CONTRIBUISCE AI PROCESSI DI COAGULAZIONE DEL SANGUE

  • RIDUCE SIGNIFICATIVAMENTE IL PROCESSO DI CALCIFICAZIONE VASCOLARE

  • PROMUOVE LA DEPOSIZIONE DI CALCIO NELLE OSSA E DENTI

  • SVOLGE UN IMPORTANTE RUOLO NELLA RIDUZIONE DEI FATTORI DI RISCHIO PER L'ATEROSCLEROSI

COMPLETE VITAMIN K2, è un integratore alimentare che contiene Vitamina K2 (menachinone -7 da soia), contribuisce ai processi di coagulazione del sangue e svolge un ruolo importante nel corretto utilizzo del calcio nell'organismo. Previene la deposizione di calcio nelle arterie, nelle articolazioni e negli organi interni e riduce il rischio di fratture nei pazienti con osteoporosi. Studi scientifici confermano inoltre la sua attività nel ridurre il rischio cardiovascolare. Ingredienti: agente di carica: cellulosa microcristallina; maltodestrine, menachinone-7 (vitamina K2). Modalità d’uso: si consiglia l’assunzione di 1 compressa al giorno da deglutire con acqua o altro liquido. Conservare in luogo fresco e asciutto.

2 visualizzazioni0 commenti
Image by Philipp Deus

Servizio Clienti

Dal lunedì alla domenica 

dalle ore 9.00 alle 12.30

e dalle 14.30 alle 19.00.

Diventa Rivenditore

Vuoi essere Partner

Healthy Line?

Clicca qui

Follow

Seguici anche su

Facebook

Clicca qui

bottom of page